E-mail marketing per gli e-commerce: cos’è e a cosa serve

e-mail marketing e-commerce
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 3 minuti

L’e-mail marketing è lo strumento di marketing che genera il ROI più alto e si stima una costante crescita del suo utilizzo: se hai un e-commerce devi, quindi, sapere cos’è e a cosa serve, per saperlo sfruttare al meglio.

Oggi, l’e-mail è uno degli elementi più forti in grado di costruire una relazione stabile tra il brand e il consumatore e per fidelizzare il cliente incrementando la fedeltà per il marchio. Bisogna trovare, però, il giusto compromesso: a nessuno piace essere bombardato di e-mail, soprattutto se sono solo associate a messaggi promozionali e pubblicitari.

Definizione e tipologie di e-mail marketing

L’e-mail marketing è una strategia di direct marketing che si avvale della posta elettronica per comunicare messaggi, commerciali e non, al pubblico. Nello specifico, possiamo identificare diverse tipologie di e-mail, tutte potenzialmente utili per la strategia di e-mail marketing che si vuole costruire:

  1. E-mail transazionali: inviate automaticamente in seguito a un’azione svolta dall’utente (ad esempio: la conferma di un ordine effettuato, un’e-mail di benvenuto nella lista contatti). Queste e-mail hanno un tasso di apertura molto alto perché è nell’interesse dell’utente conoscerne il contenuto.            N.B. Se si ragiona in modo strategico, anche queste e-mail, che sono apparentemente le più impostate, possono essere sfruttate per fare up-selling o cross-selling, oppure per proporre al cliente anche qualcosa di nuovo che forse non ha ancora notato.
  2. DEM: Direct Email Marketing, sono quelle e-mail utilizzate per l’attività commerciale con obiettivi pubblicitari. Queste e-mail contengono solitamente offerte, promozioni, codici sconto e vengono inviate a utenti profilati. Pensiamole come un possibile canale per inviare offerte personalizzate, creando un legame con un cliente di cui abbiamo diverse informazioni.
  3. Newsletter: sono e-mail con un carattere più informativo, dove riportare novità, notizie, conoscenze, che hanno lo scopo di valorizzare l’azienda e differenziarla dalle altre. Sono da studiare con cura perché queste sono in grado di fortificare la relazione tra brand e cliente.

Perché un e-commerce dovrebbe fare e-mail marketing

L’email marketing è uno strumento efficace per molte realtà, commerciali e non, e lo è anche per il mondo dell’e-commerce che spende gran parte delle sue energie online. Perché, quindi, il commercio elettronico dovrebbe avvalersi di questo strumento?

1. È economico

L’email marketing è economicamente poco costoso: esistono diversi software freemium che forniscono una versione base gratuita e il suo ampliamento a pagamento, come Mailchimp. Tuttavia, implica una dose di impegno e cura nel creare le e-mail, che non devono mai essere trascurate.

2. È efficace e guida il traffico

L’e-mail è un potente mezzo di comunicazione: non è volatile come un post sui social network e non deve essere ricercato come sui motori di ricerca, al contrario, resta evidenziato e visibile all’utente nella sua casella di posta fino a che non viene aperto. Una volta visualizzata l’e-mail, l’utente è facilitato nel raggiungere la tua piattaforma di vendita, ad esempio, tramite un link diretto presente nell’email.

3. Non è uno strumento intrusivo

L’utente che concede il proprio indirizzo e-mail, lo fa perché desidera essere informato sul brand e ricevere aggiornamenti. Sarà quindi più interessato a ciò che gli viene inviato, ma attenzione a non bombardarlo di e-mail, se no rischiamo di infastidirlo, portandolo, nei casi peggiori, a disiscriversi dal servizio.

4. È misurabile e personalizzabile

L’email marketing permette di ottenere dei feedback e tracciare i tassi di apertura delle e-mail e di conversione, i riscontri positivi o negativi, il tasso di clic e il ROI. Considerando questi elementi, è possibile creare e-mail personalizzate a seconda degli obiettivi che si vogliono raggiungere.

5. Funziona in ogni fase del funnel di vendita

L’email marketing è in grado di accompagnare il cliente attraverso il funnel di vendita: inizialmente, attira la sua attenzione e lo rende consapevole inviandogli e-mail promozionali con nuovi prodotti; poi, attira il suo interesse condividendo casi i studio utili; risveglia il desiderio citando testimonianze positive; infine, lo spinge all’azione offrendogli sconti esclusivi e personalizzati.

Attenzione agli ostacoli

L’e-mail marketing è un ottimo strumento per un e-commerce che sa cos’è e a cosa serve; attenzione però ai potenziali ostacoli che possono sorgere. Bisogna, infatti, fare i conti con la possibilità di imbattersi in caselle di posta elettronica già sature: in questo caso l’e-mail non verrà recapitata (soft bounce) o finirà nel mucchio e non sarà notata. Nei peggiori dei casi, può succedere che l’utente cambi indirizzo e-mail e quello in nostro possesso non sia più attivo (hard bounce). Attenzione ai filtri anti-spam che possono mettere i bastoni tra le ruote alle campagne di e-mail marketing. Infine, un occhio di riguardo sempre per il GDPR che regola il trattamento dei dati personali e di privacy, discorso che include anche gli indirizzi di posta elettronica.

 

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email