Miniebook 10 regole da seguire se vuoi avere un eCommerce di successo

ecommerce di successo
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 8 minuti

 

Ecommerce di successo? Non è facile, soprattutto In un periodo di totale incertezza economica commerciale, dove negozi storici come Toys Center US non hanno più riaperto a causa della pandemia del covid-19. Pensare che dopo 60anni d’attività, è il negozio simbolo dei giocattoli per bambini di tutte le età chiude battenti, questo ben lascia intendere alla profonda crisi di questo settore commerciale.

Questo discorso però non lo è stato per altri negozi, parliamo dell’eCommerce. Infatti In particolare il traffico è aumentato per i siti della grande distribuzione (oltre il 250%) e il Food delivery. (articolo sull’analisi Casaleggio associati 2020). Ecco che bisogna capire come poter ottimizzare le performance di un eCommerce. Vedremo a questo riguardo 10 regole d’oro da seguire per migliorarle.

 

1. Prendi una piattaforma eCommerce

Selezionare una piattaforma di e-commerce in base alla loro popolarità non è il modo migliore. La verità è che la migliore piattaforma di eCommerce è quella che fornisce con successo i risultati e gli obiettivi che hai fissato per la tua attività di vendita. Di seguito vedremo le piattaforme eCommerce più consigliate e i loro vantaggi.

 

      Shopify

Questa piattaforma di e-commerce è la scelta migliore per i proprietari di piccole imprese, come parrucchieri, sarti, agricoltori o tuttofare. Se sei un imprenditore indipendente, sarai in grado di gestire facilmente un sito Shopify. Infatti questo marketplace è la più utilizzata da chi inizia con eCommerce.

Grazie alle sue interfacce semplici e veloci potrai avviare rapidamente il tuo business online e usufruire di vendite illimitate. Inoltre anche se non hai l’abilità di programmazione o desideri essere tecnico shopify questo fa al caso tuo. Infine benché sei un piccolo imprenditore sarai in grado di gestire il tuo business al meglio per le tue esigenze.

 

      Magento

Magento è una soluzione altamente personalizzabile e SEO-friendly, infatti è consigliata ad un target che è esperto nelle principali tecnologie web. Questa risulta essere la scelta migliore per le aziende floride che possono permettersi di investire ingenti somme nell’amministrazione e nella personalizzazione del proprio negozio online.

Magento ha tutte le caratteristiche e gli aspetti grafici di cui hai bisogno nel tuo negozio online. Grazie alle sue capacità multi-storage, multilingue e multi-valuta sul mercato. Potrai avere una gestione completa del tuo negozio, ed un’elevata personalizzazione grafica del tuo sito web.

 

      Prestashop

PrestaShop è un marketplace open source che può essere scaricato ed utilizzato gratuitamente.

Questo potrebbe essere considerato il suo vantaggio più ovvio, grazie ai suoi oltre 10.000 moduli gratuiti. Dispone anche di soluzioni a pagamento per completare l’esperienza del tuo negozio online, soprattutto per le piccole imprese che non hanno un budget elevato da investire nella gestione del loro negozio online.
Inoltre le molte funzionalità importanti non sono incluse tra le impostazione predefinite, ma dovrai creare plug-in ed estensioni a pagamento per creare il negozio online che avevi programmato di fare. Prestashop è consigliato soprattutto per le persone che iniziano da zero, ma che non vogliono perdere elasticità e velocità nella gestione della piattaforma.

 

2. Scegli un buon hosting

Quando scegli il miglior web hosting per il tuo sito di e-commerce, devi essere un più esigente del solito. Le caratteristiche chiave che dovresti tenere d’occhio quando cerchi l’host giusto:
 

  • Conformità al PCI. 
    Il tuo negozio online accetta pagamenti con carta di credito, è fondamentale che il tuo hosting sia pienamente conforme agli standard PCI. Questo aumenterà notevolmente le vendite.
  • Certificati Secure Sockets Layer (SSL). I certificati SSL ti permettono di crittografare i dati dei tuoi clienti per una maggiore protezione, questo oramai sta diventando lo standard anche oltre l’e-commerce 
  • Indirizzi IP riservati: gli indirizzi IP sono riservati ai piani di hosting non condivisi. Questi possono essere un po’ più costosi, ma un sito di e-commerce professionale di solito non bada ai costi di gestioni, quando si parla di hosting. Inoltre, il tuo indirizzo IP ti consente di accedere al tuo sito anche se il tuo dominio è inattivo questo ti porta ad optare per un certificato SSL privato.

Le migliori soluzioni di hosting eCommerce che rispecchiano queste caratteristiche sono:

  • SiteGround: una solida opzione per negozi di dimensioni modeste e attenti alla sicurezza del proprio sito web.
  • Hosting InMotion: un’ottima opzione economica per piccoli negozi online, grazie alla presenza di buone prestazioni della piattaforma.
  • Hosting A2: è la migliore a 360 gradi, data l’eccellente sistema di supporto e una discreta scalabilità si contraddistingue tra le tante proposte di mercato.

3. Rendi il tuo eCommerce adattabile

Supponiamo che un cliente visiti il ​​tuo negozio. Cosa fai? Lo aiuti a navigare nel tuo negozio e lo guidi in modo mirato nella sezione che sta cercando. Giusto? Rendi la sua esperienza di acquisto, più fluida possibile. Un’esperienza di navigazione deve essere sempre molto semplice è soprattutto chiara.

Questo ti porterà ad aumentare sempre di più la qualità dei contenuti, per questo è importante che il tuo sito sia ottimizzato al meglio per i dispositivi mobili, attraverso una grafica accattivante e soprattutto funzionale per il cliente finale. Dovrai inoltre offrire la visualizzazione del tuo Marketplace su vari schermi di piccole, medie e grandi dimensioni. Ad esempio dovrai impostare la visualizzazione da smartphone, tablet o da pc. 

 

4. Utilizza descrizioni ottimizzate in chiave Seo

Il Search Engine Optimization (SEO) è l’arte matematica di migliorare le performance del tuo sito Web in base a parole chiave specifiche al fine di posizionarsi tra i primi risultati dei motori di ricerca, come Google. La maggior parte degli eCommerce online sono messi insieme con poca o nessuna considerazione dei motori di ricerca.

Per l’ottimizzazione SEO di un’eCommerce dovrai avere:

  • Ricerca per parole chiave per trovare tutte le parole chiave che i clienti stanno cercando in quel momento.
  • Composizione del sito costruita sulla ricerca di parole chiave.
  • SEO on-page attraverso l’ottimizzazione strategica delle parole chiave in meta tag e contenuti otterrai l’indicizzazione sui motori di ricerca.
  • SEO tecnico per assicurare che i motori di ricerca possano eseguire lo scanning del tuo sito in modo ottimale. (vedi il nostro articolo sulla seo vocale per gli ecommerce)
  • SEO locale per aiutare a condurre il traffico organico locale sul tuo eCommerce.
  • Content marketing per attirare visitatori organici extra.
  • Link Building per migliorare l’autorità del proprio sito web, con l’obiettivo di ottenere link di qualità verso un sito web.
  • Tools per fare SEO con strumenti come Google Analytics e Ahrefs avrai la chiave giusta per il successo dell’indicizzazione.

5. Motiva i clienti a comprare mediante Bottoni, banner e call to action

Un’ottima fonte di motivazione per il cliente e mettere paura ed ansia sentimenti che portano il cliente a fare azioni, in questa caso ad acquistare. Ecco che avere a disposizione ed inserire bottoni banner e call to action sono fondamentali. Vediamo le caratteristiche che dovranno avere.

 

I bottoni deve essere abbastanza grande da attirare immediatamente l’attenzione del visitatore e anche per consentire all’utente di fare clic su di esso. Inoltre, la forma del pulsante svolge anche un ruolo vitale per ottenere le conversioni richieste.
Si può sperimentare una semplice forma rettangolare o arrotondata. A seconda del design e delle altre impostazioni del tuo negozio, qualsiasi forma potrebbe funzionare bene per te. La maggior parte dei siti Web di e-commerce utilizzano pulsanti rettangolari per renderli più visibili.

 

Un ottimo banner, si identifica con 6 elementi chiave:

  • Interattività
  • Spazio di utilizzo.
  • Utilizzo di immagini.
  • Messaggio creativo.
  • Nome del brand.
  • Messaggio diretto.

Dalla combinazione di queste parti verranno alla luce i migliori esempi di banner creativi. Lavori che, in maggior parte, rispettano le seguenti caratteristiche, sempre presenti nei migliori esempi di banner creativi.

 

CTA Significa letteralmente un invito all’azione. Questo indica al visitatore quale azione deve intraprendere. Ogni call to action deve avere:

  • Giusta distanza dalle informazioni precedenti inserite
  • Adeguata grandezza: non troppo piccolo, non troppo grande
  • Essere ottimizzato per gli smartphone
  • Avere un colore che ispiri fiducia e invita l’utente a cliccare. Solitamente sono colori vivaci come rosso, giallo, arancione che portano all’azione al cliente.

L’invito all’azione deve persuadere gli utenti a spingerli in quella determinata azione. Bisogna evitare di essere inopportuni con la call to action producendo un effetto opposto, allontanando l’utente e spezzano quel legame ottenuto fino in quel momento.

 

6. Interagisci con i social

I social media sono un potente strumento per i siti Web di eCommerce. La capacità non solo di indirizzare gli acquirenti verso un nuovo prodotto o un affare interessante, ma di interagire con loro e creare un senso di comunità, è incredibilmente utile.
Una presenza minuziosa sui social media include anche la vendita diretta attraverso alcune reti, oltre a disporre degli strumenti di back-end per consentire ai clienti di condividere prodotti e acquisti recenti con amici e follower con un solo clic.

Tra i principali social che potrai utilizzare il primo in assoluto è Facebook.

 

     Facebook

Facebook infatti per quasi tutti i rivenditori, il loro pubblico è su questa piattaforma. Facebook ospita 2,4 miliardi di utenti attivi mensili, le probabilità che il pubblico target di un marchio non sia presente sulla piattaforma è quasi nulla.
Facebook offre ai rivenditori una miriade di opzioni di vendita da implementare. Con la possibilità di creare una scheda “Negozio” su una pagina aziendale, i venditori possono elencare una vasta gamma di prodotti, consentendo così ai consumatori di acquistare merci direttamente da Facebook.

 

      Instagram.

Instagram (di proprietà sempre di Facebook) è un’altra straordinaria opportunità di vendita per le aziende di e-commerce, con oltre un miliardo di utenti. Inoltre, il 59% dei teenager utilizza la piattaforma. Il potere di vendita di Instagram deriva dalla sua natura incentrata sull’immagine.
Con funzionalità come i post di Instagram, i rivenditori di eCommerce possono taggare i prodotti mostrati nelle immagini. Ad esempio, se una modella indossa un paio specifico di occhiali da sole venduti sul sito, i commercianti possono contrassegnare l’articolo, evidenziandone il nome, il prezzo e il link di acquisto. Portando così traffico organico sia sulla propria vetrina online, ma soprattutto fidelizzando il cliente una volta acquistato.

 

      Twitter.

Twitter, l’azienda è ancora uno dei più grandi siti di social online. I dati sui social media mostrano che nel 2019, il 22% degli adulti statunitensi era sulla piattaforma, con il 42% che accedeva al sito quotidianamente.

Dal momento che la maggior parte degli annunci di eCommerce oggi sono gestiti tramite le campagne di Google, Facebook e Amazon, c’è meno concorrenza su Twitter, rendendo così gli annunci meno costosi da pubblicare. 

Mentre il pubblico di Twitter potrebbe essere più piccolo rispetto ad altre piattaforme, il 22% degli adulti può generare comunque traffico e vendite. Questo porta ad essere una piattaforma valida da poter investire.

 

7. Velocizza al massimo il processo di vendita

Tutti abbiamo udito che “il tempo è denaro” ed è particolarmente vero per le piccole e medie imprese. È un dato di fatto, l’82% di vendite fallisce a causa di problemi di processo di vendita. Ricorda: il processo di vendita non riguarda solo il denaro che entra ed esce. Riguarda anche i tempi.

Anche se disponi di un prodotto collaudato, con un ciclo di traffico troppo lungo, potresti riscontrare problemi di liquidità. Ecco che dovresti rispettare queste semplici regole per velocizzare la durata di vendita del tuo eCommerce:

  • Ottieni il ciclo di vendita medio della tua azienda
  • Identificare i colli di bottiglia
  • Determinare gli indicatori chiave di prestazione
  • Individuare i canali ad alte prestazioni
  • Affina il tuo acquirente
  • Automatizza le attività ripetitive

Aumentare la velocità del processo di vendita può richiedere molto lavoro, ma questi 6 suggerimenti dovrebbero garantire che i tuoi sforzi vengano premiati.

 

8. Crea la tua reputazione

Le ricerca dimostrano che il 58% dei dirigenti aziendali pensa di dover gestire la propria reputazione online. Tuttavia, solo il 15% di queste persone fa effettivamente qualcosa al riguardo. Inoltre, il 41% dei marchi che hanno subito un evento che ha danneggiato la loro reputazione ha dichiarato che le loro entrate sono diminuite di conseguenza.

Ecco che è importante che ti crei una tua reputazione. Puoi farlo in questi modi pratici:

  • Chiedere ai tuoi clienti di scrivere recensioni,
  • Espandi la tua presenza sui social Facebook, Google, TripAdvisor 
  • Rimuovi pop-up e banner di pubblicità dal tuo eCommerce
  • Incoraggia i clienti a caricare le loro foto
  • Rispondere pubblicamente ai reclami dei clienti

Seguendo questi pratici suggerimenti, non dovresti avere molti problemi a creare o se già hai una reputazione migliorarla, così da aumentare i clienti e di conseguenza in modo automatico le tue vendite. 

 

9. Assistenza 24h su 24h.

Una strategia di vendita non riguarda solo le metriche di costi e ricavi. Con la assistenza 24h su 24h, puoi aiutare i clienti a sapere che le loro esperienze e voci hanno un valore per la tua azienda.
Puoi dar prova di vedere gli acquirenti non come “indirizzi ip” ma bensì come persone. E questo coltiverà sentimenti positivi che porteranno il clienti al tuo marchio.

 

10. Porta nuovo traffico sul tuo sito e fidelizza i clienti

Ottieni nuovi clienti grazie a campagne pubblicitarie mirate come Google Ads, Facebook Ads, e-mail marketing che ti permettono grazie alle newsletter di portare il cliente a fidelizzarsi e creare un rapporto sempre attivo tenendolo informato. Questo porterà ad avere un mix delle due piattaforme nell’utilizzo di una campagna di remarketing sempre più efficiente. 

 

Se ad esempio abbiamo una campagna AdWords che porta clienti sul nostro sito, sarà possibile prendere questi stessi clienti con il pixel di Facebook e mostrare loro pubblicità mirata su Facebook e la propria rete Instagram, oppure al contrario comprare click su Facebook per poi far nascere liste di clienti a cui ripresentare i prodotti o servizi a cui sono interessati con una campagna AdWords.
Questo porterà ad aumentare il traffico e fidelizzare i futuri clienti.

 

Ecco una miniebook di come avviare da zero il tuo eCommerce, o se già hai avviato quest’attività migliorarne le performance. Così da far schizzare le tue vendite e la gestione del tuo business.

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email