MBE acquisisce Prestashop: cosa succede al mondo delle piattaforme eCommerce?

MMBE acquisisce PrestaShop
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tempo di lettura: 3 minuti
MBE acquisisce PrestaShop e la gara alla gestione degli eCommerce a 360 gradi si fa sempre più avvincente.

Ma cosa succede dunque nel mondo dei CMS e delle società di servizi alle PMI? C’è qualcosa di nuovo nell’aria, e questa acquisizione lo ribadisce e rafforza.

Vediamo quali sono i protagonisti della vicenda e come MBE e Prestashop sono collegati ad una nuova visione integrata del mondo delle vendite online.

MBE WORLD WIDE: tutto quello che c’è da sapere

Mail Boxes etcetera, si definisce sul proprio sito corporate “un fornitore terzo di soluzioni di spedizione, evasione ordini, stampa e marketing per piccole e medie imprese e consumatori al dettaglio, principalmente tramite una rete di sedi in franchising di proprietà e gestione indipendenti. ”

Ha all’attivo una rete franchising composta da 2800+ centri servizi,  in ben 53 Paesi, 11.000 e più persone coinvolte, 650.000 e oltre clienti Aziendali, 9 uffici Aziendali in tutto il mondo, con ufficio Global a Milano, e presenza diretta in USA, Australia, Francia, Paesi Bassi, Spagna, Regno Unito, Polonia.

Nel 2020 Mail Boxes ha raggiunto 879 milioni di euro di vendita di servizi globali, ed è in continua espansione.

Se MBE acquisisce Prestashop in questo periodo evidentemente il riscontro dell’anno pandemico in termini di performance economiche è più che positivo.

Prestashop World Wide: tutto quello che c’è da sapere

Piattaforma open source, partner chiave nella digitalizzazione del commercio, con quasi 300.000 siti che  utilizzano il software in tutto il mondo, è tra le principali soluzioni di e-commerce open source in Europa (soprattutto Italia, Spagna, Francia e Polonia) e America Latina.

Grazie a PrestaShop Essentials, la sua suite di moduli che offre soluzioni di pagamento sicure in tutto il mondo, analisi delle prestazioni e web marketing, e PrestaShop Platform, la sua offerta di hosting, PrestaShop consente alle aziende di distribuire facilmente le proprie attività su scala più ampia.

Nel 2020, i siti PrestaShop hanno generato oltre 22 miliardi di euro di vendite online.

Oggi, ogni 4 minuti, viene creato un negozio PrestaShop nel mondo e ognuno di questi negozi racconta una storia.

In Francia, PrestaShop ha più di 60.000 siti di commercianti, ovvero il 35% dei siti del paese.

Cosa c’è dunque dietro MBE che acquisisce Prestashop?

L’acquisizione di una delle più importanti piattaforme open source eCommerce da parte di una diffusa catena di logistica e servizi per le PMI mette in evidenza un chiaro obiettivo strategico:

  • Puntare a diventare il punto di riferimento per la gestione dei servizi eCommerce, dalla logistica al marketing per le PMI e vincere la lotta all’ultimo miglio che a breve sarà messa in campo da parte di Amazon/ Shopify/Google

Cosa voglio dire con questa affermazione? Che con questa strategia è sempre più evidente che si vuole creare un sistema di servizi integrato alle imprese che vogliono vendere i propri prodotti ma non ne hanno le competenze e la forza organizzativa. Il tipo di servizio offerto dunque da Mail Boxes è molto più vicino alla gestione Fulfillment di Amazon e al servizio di cross-boarding e vendita che la piattaforma stessa vende. Ovviamente quello di Mail Boxes e quello che lo stesso Shopify con Shop sta mettendo in piedi è in parte lontano dal Business Model di Amazon incentrato molto sull’awareness del marketplace , meno sul servizio. Di contro però la rete diffusa di servizio di Mail Boxes aiuta a sostenere le piccole medie imprese anche nella gestione logistica dell’ultimo miglio. E cosa c’entra Shopify? Anche shopify sta mettendo in piedi un marketplace, in cui far confluire e presentare i merchant al vasto target raggiunto dalla piattaforma, così da creare un ecosistema in cui il merchant si senta coccolato dalle avance del marketing.

Ci sarà da vedere delle belle considerando che la questione Google è stata appena accennata.

Al prossimo articolo.

 

Condividi questo articolo
Share on Facebook