Digital Strategy: guida step by step

digital strategy
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 3 minuti

Il più celebre trattato di strategia militare – mindset decisamente applicabile alla digital strategy – l’opera che ha influenzato per secoli la filosofia orientare e le scuole di management di tutto il mondo, recita:

“Se conosci il nemico e te stesso, la vittoria sarà indubbia

Se conosci la terra ed il cielo, la vittoria sarà totale”

Il suo segreto è sicuramente quello di andare oltre il racconto della guerra ai nemici sul campo di battaglia, infatti offre un’interessante lettura su come gestire i conflitti in modo profondo e non distruttivo – nella vita quotidiana.

 

Lo scopo di questo incipit sul libro di Sun Tzu? Il parallelismo suona semplice tra la visione del generale con cui guidava il suo esercito – applicando i suoi principi con una accurata pianificazione, valutando le circostanze e la mission della della digital strategy.

Nel marketing digitale ci sono infinite possibilità, molti percorsi diversi da intraprendere, ma prima devi capire dove sei, dove devi andare e come arrivarci.

 

Che cos’è la digital strategy?

Si tratta dello strumento con cui affrontiamo i problemi per arrivare ai nostri obiettivi di progetto. Questo strumento è costruito ad hoc in base a tutti gli elementi da considerare quando si definisce la propria digital strategy; ovvero:

  1. L’analisi del contesto quindi stabilire quali sono le opportunità e quali i  rischi
  2. Definizione dei propri obiettivi, che devono essere: chiari, semplici e raggiungibili 
  3. Valutazione del valore reale della propria offerta: in che modo aiuti i tuoi clienti?
  4. Le metriche: misurare tutto con grande cura
  5. Le tattiche: scegliere e applicare con cura
  6. L’ottimizzazione: l’eccellenza non è un atto ma un’abitudine (ripete)

 

Primo Step: Esaminare il Contesto

Si parte sempre dall’analisi del contesto in cui si opera per definire i fattori (esp. economico, politico, ambientale, ecc…) e per rispondere alle principali domande da farsi all’inizio della pianific, e come credi possa modificarsi in futuro?

  • In che contesto operiamo e come cambierà in futuro?
  • In che modo il tuo servizio/prodotto è importante proprio in questo contesto?
  • Definisci il profilo dei tuoi clienti tipo e quali i loro bisogni e i loro desideri.
  • Definisci i tuoi concorrenti; in che modo competono? (sulla base del prezzo, della qualità, dei tempi di consegna, delle competenze, …)

 

Secondo Step: Definisci i tuoi Obiettivi 

Perché fai quello che fai. Avere una chiara visione dei propri obiettivi è fondamentale, meglio se questi corrispondano ai punti SMART:

  • Specifico: deve essere chiaro e dettagliato, non vago o troppo generale
  • Misurabile: deve essere misurabile per valutare se stai perseguendo il risultato desiderato
  • Raggiungibile (Attainable) – ovviamente deve essere alla tua portata, in base alle risorse di cui disponi
  • Realistico – deve basarsi su dati e tendenze; non esagerare o sopravvalutare ciò che può essere raggiunto
  • Time-bound: deve essere collegato a un periodo di tempo ben definito.

Per condividerne un esempio semplice: raggiungere 10K followers sul canale instagram entro 10 mesi

 

Terzo step: definisci il valore reale della tua offerta 

Che tipo di valore aggiunge al mercato la tua proposta? Per definire questo step c’è bisogno di una attenta analisi del pubblico di riferimento.

Bisogna aver chiaro quello di che vogliono e di cui hanno bisogno

Il content marketing è un ottimo alleato per questa tipologia di contenuto perché ti permette di condividere ad esempio in un video fai da te, come creare una serra da giardino. Le spiegazioni semplici e delle immagini accattivanti sono l’asset vincente per mantenere alta l’attenzione del pubblico.

 

Quarto Step: le metriche

Ogni campagna, ogni piano editoriale, tutte le attività hanno delle metriche: dati  e valori di performance (KPI) in linea con i nostri obiettivi da esaminare per determinare le tattiche migliori da applicare per quel particolare progetto.

Un esempio è ottenere Tot Views su un video strutturato ad hoc per la tua community.

Se l’obiettivo non si raggiunge, bisognerà immaginare nuovamente la tattica, l’approccio e persino l’obiettivo.

 

Quinto Step: le tattiche 

Cosa sono le tattiche? Sono degli strumenti digitali che si usano per raggiungere i nostri KPI 

Si può scegliere di utilizzare un solo strumento o di pianificare un asset di tattiche insieme per creare una strategia più sinergica.

Le tattiche dovranno essere sempre aggiornate, cambiare – adattarsi anche se l’obiettivo resta lo stesso.

Un esempio di tattica è l’attività di ottimizzazione SEO sul tuo sito web o un video promozionale.

 

Sesto Step: ottimizzare

nella progettazione delle strategie di marketing digitali non si può non considerare delle peculiarità fondamentali per mantenere l’approccio giusto, ovvero: essere dinamici, flessibili aperti ai cambiamenti (costanti) ed evoluzioni.

Fondamentale è quindi allocare del budget per l’analisi dei dati degli utenti, in modo da ottimizzare i percorsi di conversione.

I brand presenti sui social dovranno quindi essere attivi e avere sempre degli obiettivi misurabili e precisi.

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email