Programmare le Instagram stories? A breve sarà possibile!

Instagram stories
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 3 minuti

Instagram è, ad oggi, uno dei social network più utilizzati al mondo. Nato nel 2010, ha visto negli ultimi 5 anni una crescita assoluta degli iscritti. Questo, grazie alla semplicità delle sue funzioni e alla grafica innovativa, incentrata solo su foto e video. Oltre ai post classici, la piattaforma ha aggiunto poi gli le Instagram stories, le IGTV e i Reels.

Instagram stories: cosa sono?

Le Instagram stories, anche dette “IG story”, sono contenuti brevi, dalla durata massima di 15 secondi, disponibili per un totale di 24 ore. Trascorso questo lasso di tempo, le stories si eliminano in automatico (a meno che non vengano salvate nei contenuti in evidenza sul profilo personale).

Nonostante la durata, sono tutt’altro che inutili. Al contrario, le stories sono molto diffuse, e sempre più utilizzate. Non sono solo una sorta di “diario personale”, ma servono anche per strutturare al meglio il proprio profilo, sia per usi comuni (come ad esempio, la condivisione di attività quotidiane), che per strategie di marketing più complesse.

Per quanto riguarda il marketing, la capacità di suscitare interesse e interazione, tipica delle Instagram stories, piace e fidelizza. Le aziende devono integrarle nei loro piani strategici, per sfruttarne vantaggi e opportunità. Essere attivi sui social è, ad oggi, un grande vantaggio, oltre che un “dovere” per le aziende. Questo permette loro di aumentare la brand awareness.

La programmazione delle Instagram stories

Instagram propone periodicamente aggiornamenti per rendere l’app più fruibile.

A grande richiesta, è in fase di rilascio la possibilità di effettuare la programmazione delle Instagram stories direttamente da Business Suite, per ora, solo da mobile con app iOS e Android. Qualche mese fa, Instagram ha reso possibile la programmazione dei post sul feed da Creator Studio, ma non delle stories. In seguito alle lamentele di molti utenti, il social ha deciso di inserire anche questa opportunità, agevolando il lavoro dei i social media manager.

La programmazione delle stories è fondamentale: consente di guadagnare tempo creando in anticipo la stories o la foto. Creata la stories, è possibile schedularla in un calendario con data e orario prefissati.

Quali tool utilizzare per la programmazione delle Instagram stories?

Nell’attesa di provare la programmazione attraverso Business Suite, possiamo avvalerci di tool terzi. La programmazione è facile e veloce, soprattutto con l’aiuto dei tool specializzati, che permettono non solo di programmare le Instagram stories, ma hanno molte altre funzioni. Quali sono i tool?

Later è uno dei migliori programmi per schedulare le stories.

Al suo interno ci sono tantissime opzioni, tra cui la possibilità di editare attraverso il programma le immagini e le stories da pubblicare, monitorare le statistiche e l’andamento dei post (Later è uno dei software più famosi per chi utilizza Instagram per la propria professione). Permette di ridimensionare le foto, di caricare i contenuti in modo semplice e veloce, con il sistema drag and drop. Inoltre, con Later si possono programmare le stories seguendo un calendario editoriale, per scegliere i giorni e gli orari migliori.

Storrito è specializzato nella programmazione delle Instagram stories.

Grazie a questo tool, oltre alla semplice schedulazione di stories, sarà possibile modificarle aggiungendo anche box per le domande, sondaggi, tags e, se si è arrivati a 10.000 follower, si potrà aggiungere anche lo “swipe up” diretto ad un contenuto preciso.

Questo programma è disponibile sia per mobile che per computer. Inoltre, grazie ad alcuni template dell’app, è possibile trasformare le proprie foto in video animati.

Anche Plann permette la programmazione delle Instagram stories, ma distingue la versione gratuita da quella a pagamento.  

Nella versione gratuita il limite di programmazione è di 30 post sul feed al mese. Con la versione a pagamento, si attivano maggiori funzioni, tra cui la programmazione delle Instagram stories. Inoltre, permette di analizzare dati e statistiche del profilo.

PostPickr è molto utile non solo per le Instagram stories, ma anche per post e programmazioni su altri social come Facebook, Pinterest, LinkedIn etc.

Inoltre, dalla dashboard, è possibile gestire più profili social.

Onlypult, oltre alla schedulazione delle Instagram stories, permette di gestire più account Instagram: fino a 3 con un piano gratuito. In più, permette di schedulare i post su tutti i social network.

In conclusione

Al momento, non è ancora possibile programmare le Instagram stories direttamente da Business Suite.

Creator Studio permette, per adesso, solo la programmazione di contenuti sul feed e IGTV. In attesa del rilascio di questa nuova funzione, che permetterebbe di risparmiare tempo, non dovendo utilizzare tool terzi per programmare le stories, possiamo utilizzare i programmi sopra citati, tra i migliori per ovviare a questa problematica.

 

 

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email