Facebook sfida Clubhouse e lancia i servizi audio

facebook clubhouse
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 2 minuti

 

Facebook risponde a Clubhouse lanciando le Live Audio Rooms, i Soundbites e i podcast, nonché strumenti per creare audio originali in modo professionale. L’imminente arrivo di nuovi servizi audio da parte di Facebook era già stato annunciato, ma ora ne abbiamo la conferma grazie al post firmato da Fidji Simo, vice presidente e responsabile dell’app Facebook.

Le novità che verranno introdotte da Facebook riguarderanno, innanzitutto, la possibilità di accedere a strumenti in grado di produrre audio originali e professionali direttamente dall’app. Grazie ai progressi dell’intelligenza artificiale, la qualità degli audio potrà essere modificata e aumentata: un vero e proprio “studio di registrazione in tasta”.

1) Live Audio Rooms

La vera concorrenza tra Facebook e Clubhouse si gioca soprattutto con le Live Audio Rooms. Queste “stanze audio in diretta” sono degli spazi nei quali dialogare e saranno quanto di più simile a Clubhouse e a Twitter Space.

L’aziende prevede che questa possibilità sarà disponibile per tutti entro questa estate, nel frattempo, però, sarà testata nei gruppi e dai personaggi pubblici. Infatti, le Live Audio Rooms sono state pensate per le community che vogliono concentrarsi e dialogare sugli argomenti che hanno a cuore.

Inizialmente le stanze audio in diretta saranno disponibili solo su Facebook, per poi passare anche su Messenger.

2) Soundbites

Gli strumenti di creazione audio messi a disposizione da Facebook permetteranno di creare Soundbites: clip audio brevi e creativi. Questo incrementerà le modalità di condivisione sul social: non più solo foto, testi e video, ma anche audio.

I Soundbites verranno, prima, testati con un piccolo gruppo di creatori, in modo tale da perfezionare il prodotto e sperimentare concetti diversi.

3) Podcast

Infine, arriveranno anche i Podcast. Facebook vuole permettere ai suoi utenti di ascoltare i Podcast senza lasciare l’app. Inoltre, in base agli interessi di ogni persona iscritta, il social vuole suggerire sempre nuovi contenuti in linea con le ricerche degli utenti.

Ascoltare i podcast su Facebook sarà possibile sia quando l’app è in funzione che in background: una possibilità realizzabile grazie al coinvolgimento con Spotify.

La sfida con Clubhouse

Clubhouse è un social network, lanciato nel 2020, basato su chat audio. Si possono accedere alle stanze virtuali su invito e conversare su diversi argomenti. Il social è riuscito a prendere velocemente piede nei primi mesi della pandemia di COVID-19 e grazie a ingenti investimenti: questo lo ha reso fin da subito una minaccia.

Twitter si è attivato prima di Facebook annunciando il lancio di Spaces, la sua alternativa a Clubhouse: una chat room audio, all’interno di Twitter, così da non dover creare nuovi account o cambiare social network.

A fronte di questa situazione, Facebook annuncia il lancio dei suoi servizi audio, parlando anche della possibilità, da parte dei creatori di contenuti, di poter guadagnare con i loro prodotti, attraverso sistemi di donazione, di pagamento per singolo contenuto o di abbonamento.

Facebook (e non solo) è consapevole del fatto che la pervasività dell’audio cresce sempre di più: la sfida è appena cominciata.

 

 

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email