10 startup di Social Shopping da seguire

Le 10 migliori startup di social shopping da seguire
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tempo di lettura: 3 minuti

Prima di iniziare a guardare insieme quali sono le 10 startup di Social Shopping da tenere d’occhio quest’anno, facciamo un po’ di chiarezza sulle diverse terminologie utilizzate nel mercato del commercio online.

Social Commerce e Social Shopping possono sembrare la stessa cosa ma non è proprio così.

Social Commerce

Come possiamo immaginare, l’incremento annuale continuo nell’utilizzo dei social media, insieme all’aumento del commercio virtuale, ha fatto sì che le aziende includessero nelle loro strategie di marketing sempre più collaborazioni con influencer e sempre più contenuti user generated.

Anche millennials e i giovani della generazione zero, cioè coloro nati tra il 1996 e il 2015, interagiscono sempre di più con il social commerce, attratti in maniera molto forte dagli influencer sui social e sempre più abili nell’uso della tecnologia.

Le integrazioni per gli acquisti online e il check-out dei social vengono quindi sfruttati sempre di più dai brand presenti su questo mercato, così come le classiche call to action che ormai tutti riconoscono: “vedi link in bio” oppure “scorri  in alto per acquistare”.

Facciamo però un passo indietro. Cos’è esattamente il social commerce?

Il social commerce fa parte della famiglia dell’eCommerce e viene definito come l’esperienza d’acquisto compiuta attraverso un social media; può comprendere anche i collegamenti che riportano direttamente alla pagina del venditore, con possibilità di acquisto rapido e diretto.

Social Shopping

Cosa significa invece Social Shopping?

Social Shopping è una metodologia di compravendita online che riprende le interazioni sociali che di solito si sviluppano nei negozi o nei mall, ossia sfrutta il coinvolgimento degli amici di coloro che comprano un prodotto, i quali vengono a loro volta coinvolti nell’esperienza di acquisto.

Vediamo ora insieme quali sono alcune delle migliori startup di Social Shopping che si stanno facendo notare.

Le 10 migliori startup di social shopping da tenere sotto osservazione

1. UPJAUNT

UPJAUNT, startup americana con sede a New York, è stata fondata da Mohan Ramanujam e Sanjay Raghavan con lo scopo di connettere virtualmente i viaggiatori, influencer e aziende che si occupano di viaggi e turismo. Come? Dando la possibilità agli user di scrivere e condividere le proprie storie di viaggio come se avessero un blog ma senza dover creare nessun sito apposito. Attraverso la condivisione di esperienze personali con la propria comunità online, i travelblogger e le aziende possono così vendere i loro consigli di viaggio.

2. Woovly, Shop Socially

Woovly, fondata da Hithendra Ramachandran e Venkat J, è una startup indiana che commercia prodotti di lifestyle, salute e bellezza e che funziona attraverso la condivisione di contenuti generati dagli utenti stessi.

3. Masha.ai

Startup svizzera con base a Zugo, Masha.ai è stata fondata da Frederik Van Lierde come piattaforma di e-commerce che collega gli acquirenti con i loro marchi preferiti e negozi locali, rendendo disponibili le migliori offerte, prodotti e servizi su chat come ad esempio Messenger.

4. Boards

Questa startup è stata fondata da Ori Magen e Tal Adler e ha sede a Tel Aviv, Israele.
Scaricando l’app è possibile per gli utenti promuovere e vendere dei prodotti in modo diretto su qualsiasi chat di social network, tra cui iMessage, Messenger, WhatsApp, Instagram, Telegram, Snap, TikTok, WeChat. Boards funziona come una vera e propria estensione della tastiera.

5. Pesopie

Pesopie è la prima app indiana per lo shopping di prodotti di lifestyle e moda, dall’abbigliamento, alle calzature, agli accessori e molto altro, ed è basata interamente sulla visualizzazione di video coinvolgenti e di alta qualità. Perfetta per gli influencer e i creatori di contenuti.

6. Superpro.ai

Altra startup indiana, Superpro è una piattaforma basata sull’intelligenza artificiale che fornisce strumenti di business a professionisti indipendenti.
Mette in relazione e connette tutte quelle persone che possono fornire conoscenze, formare altre persone, guidare i principianti che hanno più bisogno, il tutto monetizzando e organizzando in modo efficiente l’intero processo affinché entrambe le parti possano incontrarsi, collaborare e crescere insieme.

7. AZYA

Azya, startup inglese basata a Londra, è l’unico omnicanale che collega i marchi di vino ai mercati cinesi. Fondata da Graham Moss e Sara Danese, questa piattaforma di eCommerce transfrontaliero collega le aziende vinicole agli amanti del vino e agli esploratori in Cina attraverso un percorso rapido, facile ed economico verso tutti i principali mercati online.

8. TeamKaro

Continuamo con le startup indiane, questa è la volta di TeamKaro, fondata da Rahul Krishnan a Bangalore. L’idea alla base di questa startup è quella di sfruttare il potere dei social referral e delle reti di peer, trasformando l’e-commerce in un mercato costruito su collaborazioni con amici o altri acquirenti online, così da fare acquisti di gruppo e in cambio ottenere grandi sconti sul prezzo finale.

9. Shopform

Shopform è una piattaforma di social commerce B2C per marchi di moda e lifestyle utile per scoprire, fare acquisti e condividere piccoli e medi marchi di moda così da aiutare i brand di piccole e medie dimensioni a crescere attraverso l’empowerment della comunità, incentivando le vendite.

10. Beautyself

Piattaforma tedesca di acquisti per la cura della pelle, fondata da Olivia e Sebastian Janus. In Beautyself si possono fare ricerche, test sui prodotti e si possono scrivere consigli condividendo le proprie esperienze con gli altri, in privato e sul web. Per ora il sito è solo in tedesco.

Queste sono le 10 migliori startup di Social Shopping da seguire quest’anno. Voi quali altre conoscete?

Condividi questo articolo
Share on Facebook