La rivoluzione prossimità : Gorillas la startup tedesca spariglia le carte

Gorillas Startup
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tempo di lettura: 3 minuti

Siamo di fronte all’avvento di una nuova era per l’e-grocery, e il round di investimento raccolto da Gorillas la startup tedesca lo dimostra.

La rivoluzione di prossimità è iniziata da tempo ed è evidente nelle decine di  startup  nate negli ultimi anni , tra cui proprio la tedesca Gorillas con sede a Berlino.

Gorillas consegna 2000 prodotti in 10 minuti, tra generi alimentari e non food, e  ha  già raccolto 290 milioni di dollari con una valutazione che supera il miliardo di dollari.

Il fondatore e Ceo Kağan Sümer ha sottolineato che  il round ottenuto  è “100% equity” (cioè senza una componente di debito).

Come funziona Gorillas la startup unicorno europea?

Il modello adottato è a metà strada tra Everli e Amazon Prime. Infatti per garantire la consegna di prodotti in modo efficace, nei 10 minuti prestabiliti e a costi contenuti, l’idea è stata quella di dotarsi di dark store di quartiere in cui i rider possono rifornirsi e consegnare i prodotti richiesti.

Fondata lo scorso maggio da Kağan Sümer e Jörg Kattner a Berlino, Gorillas si è già espansa in più di 12 città, tra cui Amsterdam, Londra e Monaco.

Essendo diventata una delle startup europee più veloci ad aver raggiunto il cosiddetto status di “unicorno” – una valutazione di $ 1 miliardo o più – Gorillas afferma che ricompenserà la sua squadra di motociclisti e il personale del magazzino con $ 1 milione di bonus. 

“Contrariamente ai modelli di gig economy consolidati, impieghiamo direttamente più di mille riders”, afferma Sümer. “Pertanto, investiamo in un forte programma di sviluppo della carriera, nella sicurezza dei motociclisti e in un ambiente di lavoro sano. Oltre a ciò, tutti i corridori riceveranno un pagamento una tantum ”. (fonte TechCrunch)

Come è nato il Business Model della startup Gorillas?

Il Fondatore afferma: “Riteniamo che la corsa settimanale della spesa sia obsoleta perché la vita delle persone è sempre più spontanea e le abitudini di acquisto cambiano di conseguenza”,  osservando che mentre l’accesso ai supermercati è aumentato, lo spazio che abbiamo per conservare le merci è diminuito mentre le persone vivono nelle città in spazi più piccoli.

Come ogni startup che si rispetti  il servizio inizialmente ha attirato i tipici early adopter perché era un’esperienza radicalmente nuova e l’app era disponibile solo in inglese.

Grazie ad azioni mirate di marketing locale e il passaparola adesso l’App è utilizzata da chiunque possa essere incontrato in un supermercato, raggiungendo un tipo di pubblico sempre più vasto.

Qual ‘è il paniere tipico dei fedelissimi Gorillas?

Sümer afferma che gli utenti aumentano il valore del loro carrello  nel tempo, man mano, che acquisiscono fiducia nel servizio e nei suoi prodotti. Inoltre i prodotti freschi e i prodotti locali sono quelli che si vendono generalmente di più.

Nel frattempo, la concorrenza dei dark stores in città come Londra, dove i Gorillas si sono recentemente espansi , continua a crescere, e per affrontare questo mercato competitivo la strategia adottata si basa su coupon e sconti importanti sulle prime spese, con finanziamenti da capogiro da parte di VC investiti quasi del tutto in promozione.

Quali sono i competitors di Gorillas?

Tra le start-up degne di nota che basano il loro business model sulla consegna in 10 minuti ricordiamo anche  le Londinesi: Jiffy , Dija e Weezy ,  Zapp, la francese Cajoo  e Getir la startup Turca che ha raccolto un importante round di investimento rilanciando il business nella città Britannica.

Nel frattempo, goPuff, fondata negli Stati Uniti, che questa settimana ha raccolto altri $ 1,15 miliardi di finanziamenti a una valutazione enorme di $ 8,9 miliardi (rispetto a $ 3,9 miliardi di ottobre), sta anche cercando di espandersi in Europa.

Condividi questo articolo
Share on Facebook