Il business digitale non riposa mai. Siete sicuri che ne valga la pena?

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 2 minuti

riposo_creatività

È arrivato agosto, è giunto il momento di andare tutti in ferie. Tutti, ma…

Quanti di voi lavoratori digitali non staccheranno mai, dando sempre uno sguardo allo smartphone, al pc, ad analytics e alle mail, e magari anche un giro sui social?

“Instagram ha poco engagement! E il tasso di conversione, C A T A S T R O F I C O!”

Dai, lo facciamo tutti. Io per prima.

Ma è giusto essere sempre costantemente connessi con il nostro lavoro? È così che miglioriamo produttività e creatività?

La scienza dice che il segreto della produttività e della creatività è IL RIPOSO. Le argomentazioni partono dagli studi della psicologa Danon sulla base delle ricerche del neuroscienziato Russell Foster, che da anni studia il perché del sonno e del riposo.

Non solo è importante il riposo, ma ancora più importante è seguire la cronobiologia, per cui, la mattina si è più produttivi, il pomeriggio meno, e la sera bisogna rimandare ogni decisione al giorno seguente. Spesso la risposta ai nostri problemi ci verrà in sogno, soprattutto se si tratta di un sogno REM. In questa fase creiamo molte correlazioni tra il reale e l’irreale. Tali correlazioni ci permettono di superare ostacoli che, nel mondo reale, ritenevamo insuperabili.

Oltre al riposo, altri elementi di grande impatto sulla creatività sono ritenuti importanti, anche se io non li metto in pratica tutti:

  • Esercizio Fisico: serve a superare gli ostacoli quotidiani e a prendere la vita con più serenità. Ci sono persone che addirittura riescono a sentirsi meglio dopo la palestra. Io non appartengo a questo gruppo di persone.
  • Raccogliere i pensieri e le idee su un block notes: Le genialate si sa, arrivano nei momenti meno opportuni. Spesso a me capita di avere l’idea del giorno mentre sono in auto e guido, oppure quando sono a fare la spesa. Ammetto che, appena accosto o poso il cestino della spesa, apro il mio notes e segno la genialata. F U N Z I O N A.
  • Ascoltare musica: Per me che ho studiato piano al conservatorio, la musica è la madre di tutte le arti. Per qualcuno è l’espressione totale della divina potenza dell’essere umano (non voglio entrare in discussioni teologiche/filosofiche, ma mi piace pensarla così). E se ci facciamo caso, siamo sempre portati a ricondurre un ricordo, un momento felice o triste della nostra vita, ad un brano musicale. Nel lavoro ci permette di lavorare sulla parte più istintuale e creativa del nostro cervello.
  • Darsi dei micro obiettivi: nell’arco della giornata lavorativa è importante darsi dei mini obiettivi. Dei compiti da portare a termine. Così elimineremo qualsiasi fonte di distrazione e ci concentreremo meglio sul lavoro.

Ritornando al RIPOSO, ecco, credo che anche noi lavoratori digitali meritiamo per alcuni giorni di vivere la rilassante e lenta vita quotidiana, fatta di sentimenti e di materia, di persone e sguardi, di assenze e presenze.

Augurandomi che la pensiate come me, vi auguro un buon riposo e di sentirvi liberi dalla tecnologia per almeno una settimana. Ne avrà giovamento la vostra creatività e soprattutto la vostra vita. 🙂

BUONE VACANZE

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.