Modelli di attribuzione: cosa sono come funzionano e quali novità future

Modelli di attribuzione
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Tempo di lettura: 3 minuti

 

I modelli di attribuzione sono una regola o insieme di regole di google analytics che determinano il modo in cui il valore per le vendite e le conversioni viene assegnato ai touchpoint nei percorsi di conversione .

Vediamo quali sono  i vari modelli di attribuzione che lo stesso google suggerisce:

Esempio di modellazione di attribuzione

Un cliente trova il tuo sito facendo clic su uno dei tuoi annunci Google Ads. Ritorna una settimana dopo cliccandoci sopra da un social network. Lo stesso giorno, torna una terza volta tramite una delle tue campagne e-mail e, poche ore dopo, torna di nuovo direttamente ed effettua un acquisto.

modelli di attribuzione ultima interazione Nel modello di attribuzione Last Interaction ,se l’ultimo touchpoint  prima della conversione fosse i il canale diretto , a questo verrà attribuita la vendita.
modelli di attribuzione Ultimo clic non diretto e ultimo clic AdWordsNel modello di attribuzione Ultimo clic non diretto , tutto il traffico diretto verrebbe ignorato e il 100% del’attribuzione della conversione andrebbe attribuito all’ultimo canale su cui il cliente ha fatto clic prima della conversione, per esempio l’email.
modelli di attribuzione per Ultimo clic non diretto e ultimo clic AdWordsNel modello di attribuzione Ultimo clic su Google Ads , l’ultimo clic su Google Ads, facciamo ad esempio  il primo e unico clic sul canale di ricerca a pagamento , riceverà il 100% dell’attribuzione della conversione.
Icona del primo modello di interazioneNel modello di attribuzione First Interaction , il primo touchpoint, in questo caso il canale di ricerca a pagamento , riceverà il 100% dell’attribuzione.
Icona del modello lineareNel modello di attribuzione lineare , ogni punto di contatto nel percorso di conversione, in questo caso i canali di ricerca a pagamento , social network , email e diretto , condividerebbe lo stessa percentuale di attribuzione per la vendita.
Icona del modello di decadimento temporaleNel modello di attribuzione Time Decay , i touchpoint più vicini nel tempo alla vendita o alla conversione ottengono la maggior parte dell’attribuzione del valore della vendita. Per quanto riguarda l’esempio precedente, i canali Direct ed Email riceverebbero il maggior valore di attribuzione perché il cliente ha interagito con loro entro poche ore dalla conversione. Il canale Social Network riceverebbe meno valore rispetto ai canali Direct o Email . Poiché l’ interazione con la ricerca a pagamento è avvenuta una settimana prima, questo canale avrebbe ricevuto un valore significativamente inferiore.
Icona del modello basato sulla posizioneNel modello di attribuzione basato sulla posizione , il 40% del valore viene assegnato a ciascuna della prima e all’ultima interazione e il restante 20%  viene distribuito equamente alle interazioni intermedie. In questo esempio, i canali Ricerca a pagamento e Diretto riceverebbero ciascuno il 40% di valore, mentre i canali Social Network e Email riceverebbero ciascuno il 10% .
I modelli di attribuzione sono  riscontrabilia nei rapporti canalizzazioni multicanale. I dati del percorso di conversione includono interazioni con praticamente tutti i canali digitali. Questi canali includono:

  • ricerca a pagamento e organica (su tutti i motori di ricerca insieme alle parole chiave specifiche cercate)
  • siti di riferimento
  • affiliati
  • social networks
  • newsletter via e-mail
  • campagne personalizzate che hai creato, incluse le campagne offline che inviano traffico a vanity URL
Cosa mostrano i rapporti Canalizzazioni multicanale

Nei rapporti, i canali vengono accreditati in base al ruolo che svolgono nelle conversioni, ovvero la frequenza con cui hanno assistito e/o completato vendite e conversioni. Il rapporto Conversioni indirette mostra quante vendite e conversioni ogni canale ha avviato, assistito e completato, insieme al valore di tali conversioni e vendite.

Il rapporto Principali percorsi di conversione mostra i percorsi di conversione che i tuoi clienti hanno intrapreso nel percorso di acquisto. I rapporti Intervallo di tempo e Lunghezza del percorso mostrano il tempo (in giorni e in interazioni) impiegato dagli utenti per diventare infine clienti.

Trova i rapporti Canalizzazioni multicanale

Per visualizzare i rapporti Canalizzazioni multicanale :

  1. Accedi al tuo account Analytics 
  2. Vai alla tua vista .
  3. Rapporti aperti
  4. Seleziona Conversioni > Canalizzazioni multicanale .

I rapporti includono i dati per i canali rilevati automaticamente. Se hai impostato il monitoraggio per Google Ads, verranno visualizzati anche questi dati.

What’s new?

Oltre a questi tipi di attribuzioni esiste quella modello Data Drive, basata sui dati generali e collegati all’account Analytics, oltre i dati referral e dei canali tradizionali, dati che permettono di avere una visione più accurata del percorso di conversione. Questo tipo di modello basato su Tutti i dati in possesso dell’account è da poco diventato il modello di attribuzione di default di tutti gli account che soddisfano i seguenti requisiti.

Per poter utilizzare il modello di  attribuzione Data Driven devi:

  • Essere un cliente Google Analytics 360
  • Avere impostato il monitoraggio e-commerce o gli obiettivi

Fino a qualche tempo fa era necessario possedere anche degli standard di dati elevati, invece da poco Google ha annunciato che estenderà la versione Data Driven di default a tutti coloro che lavorano con Analytics 360.

Stiamo andando dunque incontro alla necessità di avere dati sempre più accurati e aggiornati e google si sta preparando alla rivoluzione del Data is The King, (tra l’altro in atto già da molto tempo ma appannaggio di pochi eletti).

(In parte libera traduzione dal supporto Google).

Condividi questo articolo
Share on Facebook