Jeff Bezos e Amazon. L’uomo e l’e-commerce che cambiarono il mondo

Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email
Tempo di lettura: 2 minuti

Conoscete tutti la storia del garage di Jeff Bezos, l’uomo dell’e-commerce più chiacchierato del momento?
No, e allora ve la raccontiamo noi.

Jeff nasce ad Albuquerque, nel 1964. Da una giovane coppia di adolescenti, poco più che 15enni.
Si laurea in ingegneria e va a lavorare nel settore informatico di Wall Street.
Nel 1994 stanco del suo lavoro, sicuramennte fonte di ispirazione per le sue idee imprenditoriali, si lancia nella fondazione di AMAZON.COM, anche lui, come STEVE JOBS, dal suo garage.

Già nel lontano 1999 Time lo nomina persona dell’anno. Nel 2013 acquista Washington Post, a giugno 2017 acquista Whole Food Markets, sesta catena di supermercati negli Stati Uniti.
Con questo annuncia in maniera ufficiale di voler entrare nel commercio alimentare e uscirne vincitore come già successo in passato, per tutti i business che Amazon in maniera eccellente gestisce.

Da poco è salito alla cronaca per essere diventato, per almeno 2 ore, l’uomo più ricco della terra.
Dire che Bezos è il più ricco, oggi, significa infatti non essere informati su quale dato viene effettivamente stilata la classifica degli uomini/donne più ricchi del mondo.
L’avanzamento al primo posto nella classifica dei più ricchi è seguito al rialzo dei titoli Amazon di oltre il 40% da inizio anno. Rialzo che ovviamente si incastra perfettamente nell’annunciato business della disttribuzione alimentare.

Amazon ha fatto la storia dell’evoluzione del business dal 1994 ad oggi, e non credo che la sua avanzata possa definirsi terminata. E’ probabile che, dopo aver apportato numerosi cambiamenti nel datato mondo retail alimentare, Bezos si concentri e porti innovazione in un altro setttore già in crescita anche in italia, l’health care.

Sarò molto onesta, temo Amazon come monopolista, difatti, mi rendo conto che oggi molti business, piccoli e medi, per sopravvivere nel mondo degli e-commerce devono fare i conti con il gigante “Buono”, Amazon: il grande padre dell’e-commerce mondiale che cresce facendo crescere e modificando il mondo retail in ogni campo che tocca.

Jeff Bezos, quando ha creato Amazon, ha difffuso il verbo dell’evoluzione, è riuscito a digitalizzare settori che non avevano compreso il potenziale di internet.

Da una citazione di Bezos:
Un punto molto importante, che mi preme sottolineare: noi umani ci evolviamo assieme ai nostri strumenti. Cambiamo gli strumenti e gli strumenti cambiano noi: è un ciclo che si ripete”.

Nonostante non sia un nativo digitale è un uomo con capacità visionarie oltre il consueto.

Se Nietzsche fosse ancora vivo, avrebbe senza dubbio visto in lui il Superuomo.
Bezos è riuscito ad andare oltre, e a trascinare nell’oltre della barriera analogica tutto il business mondiale, dalle piccole alle grandi imprese.

Amazon resta non solo uno dei più grandi e-commerce al mondo, ma soprattutto una fantastica scuola di business digitale per il mondo intero.
Una cosa è certa, Bezos e Amazon conservando questo tipo di business model e alimentando le conoscenze in materia di e-commerce e digital marketing anche degli small business, entreranno nella storia come: l’uomo e l’e-commerce che cambiarono il mondo.

e-commerce
una foto di Bezos con un guppo di sviluppatori di IA
Condividi questo articolo
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin
Email this to someone
email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.